Se google non usasse (solo) Adsense

Qualche settimana fa, se provate a fare una ricerca su Google con il termine blog, ecco come si presentava la pagina dei risultati:

ricerca per blog in google

Appena sotto la prima sponsorizzazione Adsense, compare una pubblicità made-in-google che conduce direttamente a Blogger, il loro servizio di creazione weblog.

Poiché anche la prima posizione è di Google, non sussiste nessun problema, ma provate a immaginare se al posto del primo spazio ci fosse una vostra inserzione: ne sareste contenti?

Anche se comparirebbe in prima posizione, esistono almeno due fattori che spingerebbe gli utenti a cliccare sul secondo link:

  • è corredato da un’elegante immagine
  • riporta la scritta “tip”, suggerimento, mentre invece sempre di pubblicità si tratta

Google ha poi rimosso questo tipo di sponsorizzazione, ma la domanda che mi pongo è: tutti questi esperimenti perché si rendono conto che il loro Adsense gli produce pochi risultati?

1 pensiero su “Se google non usasse (solo) Adsense

  1. Questo è un classico caso nel quale si dovrebbero mettere insieme tecnologia e buon senso: introdurre un meccanismo per il quale se stai cercando qualche cosa di attinente ad un servizio che offre anche Google e per il quale un inserzionista paga si evitila collisione tra le due cose non sarebbe difficile!

    Hai anche ragione ad osservare che il termine TIP è fuorviante, come tip mi aspetterei indicazioni del tipo “Guarda che esiste anche un motore di ricerca Google dedicato al contenuto dei Blog”, mettere quella che di fatto è la pubblicità di un servizio sotto la voce tip non è corretto.

    bob

I commenti sono chiusi.